+39 070 304098 | +39 349 7203465

Intralipoterapia con Aqualyx

Intralipoterapia con Aqualyx

Intralipoterapia: come funziona?

L’Intralipoterapia è una procedura ambulatoriale non chirurgica indicata per il trattamento e la riduzione di piccoli accumuli di grasso, ovvero delle adiposità localizzate, in alcune zone del corpo quali fianchi, cosce, glutei, addome, sottomento, braccia, ecc. È un trattamento valido, con pochissimi effetti collaterali, che può rappresentare una scelta alternativa alla liposcultura nei pazienti che non vogliono sottoporsi ad un intervento chirurgico. Infatti è propriamente una liposcultura chimica (invece che chirurgica) che agisce sulla quantità di cellule del tessuto grasso. Le cellule adipose, a differenza delle altre cellule, non hanno proprietà rigenerative ma possono solamente accrescere o decrescere le proprie dimensioni senza poter aumentare di numero. Dunque, se eliminate, non possono riformarsi. Ciò rende l’intralipoterapia un trattamento duraturo ed efficace, finalizzato alla riduzione di grasso in eccesso in aree corporee ben definite.

Se siete finiti su questa pagina con l’idea di avere trovato il rimedio per eccellenza alla cellulite o al sovrappeso, state guardando nel posto sbagliato. L’intralipoterapia funziona per rimodellare e armonizzare il profilo corporeo ma non è indicata nel trattamento dell’obesità e per chi vuole ridurre gli inestetismi della cellulite.

Intralipoterapia con aqualyx

L’intralipoterapia è un trattamento comunemente noto a tutti che, fino al 2009, si svolgeva con l’utilizzo di sostanze a base di fosfatidilcolina. Questo composto non sempre dava i risultati sperati e in alcuni casi aveva gravi effetti collaterali.

Nel 2009, il dott. Motolese ha scoperto e brevettato Aqualyx®, un microgel che non presenta alcuna reazione eccessiva post trattamento ed è stabile a temperatura ambiente. La tecnica è associata ad un protocollo preciso che stabilisce posologia, cadenza delle sedute oltre che una specifica modalità di infiltrazione nel tessuto sottocutaneo. Ecco perché da ora in poi intenderemo, parlando di intralipoterapia, quella con Aqualyx.

L’intralipoterapia è un trattamento che richiede delle competenze particolari pertanto è necessario che verifichiate che il vostro dermatologo sia stato autorizzato ed abbia acquisito la specifica formazione ad eseguirlo.

L’aqualyx viene commerciato solamente da una ditta farmaceutica che lo distribuisce esclusivamente allo specialista competente. Sono diffuse purtroppo alcune formulazioni prodotte in maniera differente che vengono vendute con la dicitura “per uso cosmetico”. Queste formulazioni non rispettano i criteri del farmaco e, pertanto, non possono essere utilizzate nel sottocutaneo. Se vi state chiedendo se la soluzione usata nel centro estetico sottocasa sia “per uso esterno”, la risposta è SI. Ecco perché alcuni trattamenti DEVONO essere fatti da un dermatologo debitamente formato.

Intralipoterapia: controindicazioni

Come tutti i trattamenti, anche l’intralipoterapia è soggetta a controindicazioni. È compito del dermatologo informarvi della possibilità di non essere idonei al trattamento, sulla base del quadro clinico emerso durante la prima visita dermatologica. È pertanto possibile che il dermatologo vi chieda di sottoporvi a un’ecografia del sottocutaneo, per poter efficacemente prevedere quante e quali siano le possibilità di miglioramento con l’intralipoterapia.

Abbiamo già anticipato che l’Aqualyx non è adatto per combattere cellulite e obesità pertanto il paziente ideale non è quello che cerca una soluzione per tali problematiche. Altre controindicazioni sorgono in presenza di pazienti affetti da:

  • allergie ai principi attivi

  • malattie autoimmuni

L’unico vero fattore di rischio legato al trattamento è una reazione allergica al prodotto, anche se per sicurezza non vengono trattati i pazienti affetti da insufficienze d’organo e patologie psichiatriche.

Intralipoterapia con Aqualyx: Il trattamento

Per stabilire se un paziente può sottoporsi a un trattamento di intralipoterapia, il dermatologo effettua una prima visita preliminare, indagando sia sullo stato di salute del paziente che sulle sue abitudini. Il dermatologo ispeziona le aree da trattare, valutando l’ispessimento del grasso accumulato ed esponendo al paziente quale sarà il verosimile risultato finale delle sedute, in modo che lui/lei possa effettuare una scelta consapevole.

Il trattamento di intralipoterapia consiste nell’iniettare l’Aqualyx nelle zone individuate mediante degli aghi particolari che si adattano al corpo, rendendo tali iniezioni quasi indolori. L’Aqualyx agisce chimicamente sulle cellule adipose, attivando la lipolisi, sciogliendole dall’interno e rendendole disponibili alle cellule preposte per l’allontanamento fisiologico dall’area di provenienza, consentendo pertanto di ridurre il grasso localizzato. L’intervento non richiede anestesia e dura dai 15 ai 30 minuti, in base all’ampiezza delle zone da trattare. Anche gli aghi usati nel trattamento sono particolari, in quanto specificatamente studiati per l’ infiltrazione con Aqualyx.

Intralipoterapia aqualyx: risultati

L’intralipoterapia con Aqualyx è un trattamento rapido e poco invasivo. Tuttavia, nelle ore successive all’intervento, è possibile riscontrare la comparsa di rossori e di gonfiore nelle zone trattate che scompaiono entro 24/48 ore. L’intralipoterapia va ripetuta per poter ottenere degli effetti duraturi. Di media le sedute necessarie sono 4, in genere a cadenza mensile. Il vostro dermatologo di fiducia può richiederne di più in base alle zone da trattare. La visita di follow up dopo tre settimane dalla prima seduta permetterà di stabilire l’andamento della terapia. È consigliabile, dopo il trattamento, l’uso di collant contenitivi a compressione graduata. A volte verrà richiesto di eseguire un linfodrenaggio o anche di seguire un regime alimentare particolare che verrà concordato con il dermatologo. Le attività sociali potranno riprendere immediatamente dopo ogni seduta mentre le attività sportive dovranno essere sospese per tre giorni dopo ogni seduta.