+39 070 304098
+39 349 7203465

Laserterapia

Laserterapia

Laserterapia chirurgica in dermatologia

La laserterapia è una tecnica impiegata in diversi campi della medicina. Utilizza differenti sorgenti di luce laser per agire su zone localizzate affette da particolari problematiche. In particolare la laserterapia chirurgica viene impiegata in dermatologia per agire su alcuni inestetismi comuni:

  • cicatrici da acne
  • rughe del viso
  • verruche ed altre neoformazioni benigne
  • nei 

Il trattamento laser ha il vantaggio di essere rapido, preciso e particolarmente indicato per le pelli sensibili in quanto è quasi indolore. 

Laserterapia. A cosa serve

La laserterapia impiegata dalla dott.ssa Guicciardi si avvale del laser chirurgico Erbium: Yag che, opportunamente programmata, effettua delle microabrasioni cutanee, stimola la produzione di collagene e favorisce la rigenerazione cellulare delle zone trattate, conferendo compattezza alla pelle. Il laser, eliminando lo strato superficiale dell’epidermide, le dona un aspetto maggiormente regolare e, favorendo la generazione di nuove cellule, fa sì che le rughe e le cicatrici diminuiscano sensibilmente in alcuni casi fino a scomparire completamente. La laserterapia è un trattamento rapido, di circa mezz’ora, che se necessario può essere effettuato con più sedute distanziate fra loro ogni 3 mesi circa. Prima del trattamento viene applicata una crema anestetica locale per migliorare il comfort del paziente in modo che la sensazione di calore rilasciata dalla luce laser risulti minima. Dopo il trattamento si evidenzia arrossamento e possibile edema nelle aree trattate, ai quali seguirà una desquamazione per qualche giorno. Dopo l’intervento la zona trattata viene a volte bendata per evitare l’esposizione diretta alla luce solare e consentire una guarigione più rapida. A volte il dermatologo prescrive l’applicazione del ghiaccio per alcune ore. È obbligatorio l’uso di creme idratanti e protettive solari nel mese successivo. 

Questo trattamento non deve essere effettuato nel periodo estivo

Laserterapia viso 

La laserterapia è un trattamento efficace per il ringiovanimento del viso e la rimozione di rughe in quanto è in grado di agire su questi inestetismi restituendo compattezza alla pelle. Il laser elimina gli strati superiori dell’ epidermide senza intaccare quelli inferiori e senza danneggiare i tessuti vicini alla zona interessata. Un trattamento di laserterapia è in grado di ringiovanire in maniera visibile quantizzabile in anni il viso dei pazienti e ha tempi di recupero accettabili di circa 7 giorni. Il miglioramento della pelle, la luminosità e la compattezza continuano ad essere progressivi e a manifestarsi durante i mesi successivi al trattamento.

Il laser del viso garantisce ottimi risultati per:

  • Riduzione rughe e segni del tempo come le macchie
  • Effetto lifting immediato
  • Miglioramento del tono e dei tessuti

Verruche e laserterapia

La laserterapia chirurgica è un trattamento usato per intervenire sulle verruche, lesioni della pelle dovute alla presenza del Papilloma Virus (HPV). Le verruche, pur essendo formazioni cutanee benigne, sono molto contagiose e hanno capacità di diffondersi rapidamente a causa della penetrazione del virus nell’epidermide. La loro guarigione avviene di rado spontaneamente per cui è necessario intervenire chirurgicamente, anche in caso non siano fastidiose, per evitare il loro proliferarsi. 

Almeno due settimane prima di intervenire con la laserterapia è necessario evitare di esporsi direttamente al sole o alle lampade abbronzanti. La laserterapia, usando un raggio di calore, colpisce la verruca senza danneggiare la cute circostante rimuovendo il contenuto d’acqua in essa contenuto. Così facendo la verruca si disidrata e si trasforma in piccola crosta che si distaccherà da sola entro pochi giorni non lasciando cicatrici. L’intervento può essere preceduto da un’anestesia locale e dura pochi secondi per ogni singola lesione. Il laser non viene direttamente appoggiato sulla verruca perché la luce agisce a piccola distanza dalla pelle per impulsi successivi che elimineranno uno strato per volta. Considerato che a volte le verruche, in base allo stato di salute del paziente o a sue condizioni particolari, tendono a ripresentarsi in altre zone, è importante poter disporre di un mezzo come il laser che riesce ad eliminarle senza cicatrici e può essere ripetuto nel tempo senza effetti collaterali. Dopo l’intervento il dermatologo prescrive una crema riepitelizzante da utilizzare per circa due settimane. Tutte le verruche di qualsiasi tipo (piane, volgari, plantari,ecc) possono essere eliminate con il laser. La laserterapia è indicata nel trattamento delle verruche per la possibilità di stabilire la profondità d’azione del raggio laser evitando di danneggiare i tessuti sani sottostanti. 

Laserterapia nei

La laserterapia chirurgica è un intervento indicato anche nell’asportazione di alcuni nei. Si trattano i nei cosiddetti benigni che rappresentano un inestetismo ma che per loro natura non possono trasformarsi in lesioni maligne. Per stabilire a quale categoria appartiene il neo il dermatologo lo controlla con il dermatoscopio, un apparecchio specificatamente nato per questo scopo. Lo studio della dott.ssa Guicciardi è dotato di un videodermatoscopio, di modo che anche il paziente può visualizzare il neo e le sue caratteristiche in un ampio monitor. I nei sospetti o irregolari devono sempre essere asportati con un intervento chirurgico a cui seguirà un esame istologico. Tutti gli altri, per fortuna la maggioranza di quelli che abitualmente si trovano sul viso e sono maggiormente antiestetici, possono essere tranquillamente asportati con il laser chirurgico. La rimozione di un neo con il laser viene a volte preceduta da un’anestesia locale e richiede pochi minuti. Il neo viene distrutto dal laser in pochissimo tempo in maniera precisa e spesso indolore anche senza l’utilizzo dell’anestetico, sempre senza coinvolgimento dei tessuti circostanti. Al termine del trattamento viene medicata l’area trattata con una crema specifica che favorisce la riepitelizzazione. Tale medicazione viene prescritta per una o due settimane dal trattamento, fino a completa guarigione. Dopo un arrossamento iniziale la pelle tenderà a riformarsi naturalmente senza cicatrici evidenti. Il vantaggio della laserterapia rispetto alla rimozione chirurgica di un neo risiede nella velocità di intervento, mancanza di punti di sutura e conseguentemente assenza di cicatrice chirurgica residua.

Laser per acne e cicatrici ad essa collegate

Il laser viene usato per trattare le cicatrici causate in genere da acne giovanile. Per ottenere un significativo miglioramento e la scomparsa delle cicatrici da acne è necessario un trattamento mirato che non causa particolari effetti indesiderati. Il laser, oltre a migliorare le cicatrici, stimola l’epidermide a produrre collagene, normalizzando la cute e restituendole compattezza. Per poter effettuare il trattamento è necessario che le lesioni acneiche floride siano completamente scomparse da almeno 6 mesi. Le sedute necessarie sono dipendenti dal tipo e dalla profondità delle cicatrici, da effettuarsi con cadenza almeno trimestrale. Le sedute durano circa mezz’ora, con variazioni in base all’ampiezza della zona da trattare, e non risultano essere particolarmente dolorose. Il laser, quando impiegato sulla cute, provoca un leggero calore ma non infastidisce particolarmente l’epidermide, se non nei pazienti particolarmente sensibili. In questo caso il dermatologo può ricorrere preventivamente all’utilizzo di una crema anestetica. Il trattamento prevede circa 6 giorni di recupero. E’ necessario non esporsi alla luce solare diretta senza protezione solare nei tre mesi successivi al trattamento. Il miglioramento della pelle in seguito al trattamento laser riesce a migliorare i meccanismi psicologici negativi come la perdita di fiducia, l’introversione e la non sicurezza causate dalla presenza delle lesioni.