+39 070 304098
+39 349 7203465

Asportazione dei nei

Asportazione dei Nei

L’asportazione dei Nei è un intervento che viene effettuato non solo per rimuovere i Nei cosiddetti “pericolosiche potrebbero trasformarsi in tumori, ma anche per rimuovere i Nei benigni che risultano antiestetici oppure localizzati in zone del corpo sottoposte a traumatismi continui.asportazione nei prima

 

Questo tipo di intervento, seppur semplice da effettuare, dovrà essere preso in considerazione solo dopo una visita dermatologica in cui lo specialista della pelle avrà studiato approfonditamente la reale natura del Neo. Come tutti sanno Nei apparentemente uguali possono invece essere molto diversi e quindi comportare un diverso tipo di asportazione. Quando il Dermatologo non riesce con la sola osservazione a stabilire l’esatta tipologia dei Nei, ha la possibilità di effettuare la mappatura dei nei, utilizzando un apparecchio chiamato Dermatoscopio. Nel Nostro Centro ci avvaliamo della Dermatoscopia digitale in epiluminescenza, una sofisticata metodica diagnostica non invasiva che permette la visualizzazione dei Nei con una videocamera ad alta definizione connessa ad un computer. Questo garantisce sia un’analisi approfondita e immediata dei Nei, sia la loro memorizzazione fotografica (numero e sede di ciascun neo) per un eventuale e utile controllo comparativo a distanza di mesi, qualora non si voglia procedere con l’asportazione immediata. Il Dermatologo valuta quindi le caratteristiche del nostro Neo che risulteranno ben visibili nel monitor e ci indica se necessita di una asportazione. A questo punto è necessario fare delle precisazioni. Il fatto stesso che il medico consigli l’asportazione di un Neo può indurre la persona interessata a pensare che si tratti di una lesione estremamente pericolosa, forse già trasformata in tumore. In realtà la maggior parte delle volte si consiglia l’asportazione di un Neo per prevenzione e qui è opportuno sfatare il vecchio mito che “i nei non si toccano”. Ancora oggi infatti si sente dire ” Un mio amico s’è tolto un neo e poi è morto!”. Questo accadeva quando le persone tendevano a non farsi controllare regolarmente o anche quando ancora non esisteva la Dermatoscopia in epiluminescenza: innanzitutto non si trattava di un Neo ma di un melanoma, la diagnosi non era tempestiva ed il tumore si diffondeva. Non è l’asportazione in se stessa che provocava la morte, ma il ritardo nell’asportazione!

Il controllo con il dermatoscopio ci permette quindi di valutare la tipologia del Neo e il suo livello intrinseco di pericolosità ed indicare quale tipo di asportazione è da preferirsi nel singolo caso. La scelta di un metodo piuttosto che di un altro è infatti obbligata.

asportazione nei dopo

In presenza di particolari tipi di Nei e quando è necessario effettuare un esame istologico occorre ricorrere alla classica asportazione chirurgica con il bisturi. Generalmente si seguono i contorni di una losanga di cute che comprende la lesione, in modo da poter consentire una sutura lineare. Quando è possibile si procede all’asportazione mediante un bisturi circolare che prevede la guarigione senza l’utilizzo di punti di sutura.

Quando invece il controllo dermatoscopico effettuato dal dermatologo consente di essere certi dell’assoluta innocuità del Neo, è possibile procedere all’asportazione con il Laser che, distruggendo con il calore le sue cellule, consentirà una rimozione poco invasiva dello stesso senza l’utilizzo di punti di sutura e con ottimi risultati estetici.