Dermatite seborroica: Tutto ciò che hai sempre voluto sapere ma non hai mai osato chiedere

Quello che avresti voluto sapere sulla dermatite seborroica ma non hai mai osato chiedere

La dermatite seborroica ti mette a disagio? Magari quelle chiazze rossastre ti danno fastidio o magari semplicemente vorresti guarire dalla dermatite seborroica e risolvere una volta per tutte questo disturbo della pelle?

La verità è che, purtroppo, non esistono dei rimedi miracolosi per la dermatite seborroica, ma se avrai la pazienza di leggere l’articolo fino in fondo scoprirai quali sono i 3 errori da evitare se non vuoi che la tua situazione di temporanea irritazione si trasformi in un problema più grave.

Per capire cosa intendiamo con dermatite seborroica e per prepararci ad affrontarla dobbiamo procedere con ordine e i numeri possono aiutare.

Se sei un uomo mi dispiace per te, ma devo confessarti che la dermatite seborroica ha un’incidenza più alta sugli uomini e che, pertanto, sei più a rischio, ma non preoccuparti, non è colpa tua: circa il 3% degli italiani soffre di dermatite seborroica e proprio per questo ci sono diverse soluzioni da provare. Iniziamo a scoprirle insieme.

Ho sviluppato una strategia in 3 passi per migliorare la tua situazione con la dermatite seborroica, eccola qui.

Capire se ho la dermatite seborroica

Il primo passo da fare è cercare di capire se hai proprio la dermatite seborroica, molti infatti confondono la dermatite seborroica con una psoriasi ( una malattia cronica della pelle) e proprio per scongiurare questo rischio ho messo due immagini che possono aiutarti a capire la differenza.

Ora, come puoi vedere la dermatite seborroica si differenza perché generalmente è localizzata sul volto, mentre la psoriasi in genere lo risparmia . Inoltre sul cuoio capelluto la dermatite seborroica tende a localizzarsi sulla regione della fronte oltrepassando il bordo dei capelli, mentre la psoriasi predilige altre aree della testa causando lesioni più rosse con squame più spesse e più attaccate alla pelle di colorito argentato. Questo non significa che le due forme non possano coesistere, ma è il primo passo verso l’identificazione della malattia.

Se ti identifichi nella foto di sopra, non preoccuparti, la prima cosa da sapere è che la dermatite seborroica non è assolutamente contagiosa e che quindi nessuno intorno a te rischia il contagio. Un’altra buona notizia è collegata alla stagione, se infatti è autunno o inverno e, magari, nell’ultimo periodo non hai preso il sole, può capitare di trovare in alcune zone del tuo corpo delle chiazze rosse coperte da squame untuose.

So bene come ti senti, con la pelle che sembra grassa e secca nello stesso momento è impossibile capire che tipo di crema usare, ma non preoccuparti, è proprio la doppia natura della dermatite seborroica a rivelarne la debolezza.

Va bene Dottoressa, ho capito, le chiazze sono tranquille e sono un primo sintomo, ma io non le vedo!

STOP!

Sfatiamo subito questo mito! Non per forza chi ha la dermatite seborroica riesce a vedere le macchie! Spesso le macchie da dermatite seborroica si nascondono sotto i capelli o nelle orecchie e quindi l’unico segnale è la “nevicata” erroneamente scambiata per forfora che rimane attaccata alle spalle dei vostri vestiti.

Altre volte le squame da dermatite seborroica sono visibili, in piena faccia o tra naso e bocca, ma ai più furbi di voi che pensano di cavarsela facendo crescere barba e baffi consiglio di uscire immediatamente da questo sito, perché vi rendete solamente la vita più difficile, le creme difficilmente arriveranno ad agire sulla cute.

Cosa NON fare se ho capito di avere la dermatite seborroica

Per lavoro, spesso, mi sono imbattuta in tantissimi pazienti che, per seguire qualche fantomatico guaritore sciamanico che con qualche unguento promette guarigioni immediate, si erano auto creati dei danni gravi.

Personalmente io sono davvero delusa dalla qualità dell’informazione presente sull’argomento ed è proprio per questo che, sotto consiglio dei miei pazienti, ho deciso di fare chiarezza.

Se leggerai queste indicazioni, ma vorrai comunque provare le creme dei guaritori poi non lamentarti e non dire che non ti avevo avvisato!

La prima cosa da non fare quando si ha la dermatite seborroica è:

  1. Cercare di far andare via le squamette strofinando con detergenti o prodotti aggressivi
  2. Cercare di stare in ambienti caldi, mangiare piccante e bere alcolici
  3. Usare creme miracolose NON PRESCRITTE DA DERMATOLOGI!

Non potete immaginare quanti miei pazienti arrivano ad avere delle chiazze violacee di dimensione enorme che hanno un effetto devastante sulla loro fisionomia!

Cosa fare se ho capito di avere la dermatite seborroica

Ed ora arriviamo alla parte più attesa dell’articolo sulla dermatite seborroica, se hai letto fin qui saprai cosa penso dei rimedi e degli unguenti miracolosi ed è proprio per questo che ho deciso di svelarti il segreto per migliorare la tua dermatite seborroica.

Il segreto per migliorare la dermatite seborroica è spesso NON FARE NULLA!

Hai capito bene! Per migliorare la dermatite seborroica non bisogna fare proprio nulla, le lesioni così come sono venute vanno via! Ti basterà

  1. Seguire un’alimentazione bilanciata
  2. Utilizzare detergenti delicati e lenitivi
  3. Prendere un po’ di sole
  4. Non usare vestiti di lana o sintetici

Seguendo questi 4 semplici passi la tua situazione migliorerà a vista d’occhio, ma c’è un problema.

Come dicevo all’inizio dell’articolo non esiste una cura miracolosa valida per tutti ed è per questo che se i segreti che vi ho svelato sopra non sono sufficienti avete un problema.

Se la dermatite seborroica non passa in questo modo l’unica soluzione è rivolgersi ad un dermatologo e questo significa terapie e farmaci che possono aiutare.

Dottoressa mi sono rivolta al dermatologo, ho preso i farmaci e dopo un po’ di tempo mi è tornata la dermatite!

Purtroppo cari amici la dermatite seborroica è così, presenta delle fasi acute e delle fasi meno acute. Dopo una visita dal dermatologo saprete quale crema applicare e come fare a superare ogni fase acuta ma soprattutto a gestire al meglio le varie fasi della vostra patologia perché a volte i farmaci che vi hanno fatto migliorare non possono essere usati a lungo, ed altre volte gli stessi farmaci che sono riusciti a controllare la vostra dermatite improvvisamente non servono più a niente e bisogna cambiarli.

Non solo, e qui non voglio spaventarvi, ma a volte la Dermatite seborroica che non migliora è la spia di un’altra patologia ben più grave che solo il vostro Dermatologo saprà scovare“.